• Kate Chang

FAQ #10

DOMANDA FREQUENTE


#10 - Q: Perché YMYX ha deciso di annullare la collaborazione con me, anche se voglio continuare la collaborazione e semplicemente non ho i soldi in questo momento per registrare il mio marchio?


A: Di recente, abbiamo iniziato a comunicare ad alcuni designer partner che vorremmo annullare la collaborazione tra di noi, poiché annullare un accordo che è già stato firmato ed entrato in vigore, richiede il consenso di entrambe le parti. Questi che abbiamo individuato sono designer che non hanno ancora iniziato ad avviare il processo di registrazione, nonostante siano stati confermati come partner e abbiano firmato il nostro contratto da un po’ di tempo. Ci sono solo una manciata di designer in queste circostanze. Ma sia che si tratti di una mancanza di forte sensibilità o serietà nel proteggere il proprio marchio nel nostro mercato, o che stiano davvero attraversando difficoltà finanziarie, se un designer non riesce a effettuare una registrazione, non saremmo in grado di lavorare con loro e portare il loro marchio nei nostri mercati insieme.


Proprio come ho scritto qui pubblicamente molte volte, la violazione del marchio è un problema grave in Cina, e una società grande e potente come MUJI ha comunque incontrato problemi con questo in Cina non avendo fatto la documentazione preliminare necessaria in maniera completa per il marchio.


Forse hanno pensato di essere un marchio troppo grande, tutti li conoscono già, ed hanno trascurato l'importanza di questa registrazione. Alla fine, il marchio è stato preventivamente registrato in alcune categorie chiave di prodotto da una società praticamente sconosciuta, "Hainan Nanhua", che ha poi trasferito la proprietà intellettuale a un'altra società poco conosciuta chiamata "Beijing Cottonfield Teztile Group"; entrambi hanno poi unito le forze per denunciare congiuntamente MUJI per violazione del marchio e hanno vinto, dinanzi al tribunale cinese. MUJI ha dovuto affrontare le conseguenze della violazione dei diritti dei marchi dell'azienda di Pechino. Il tribunale cinese ha ordinato a MUJI di pagare una forte sanzione finanziaria a questa società cinese, oltre a doversi scusare con loro pubblicamente su un giornale, per aver violato il loro marchio, e per garantire inoltre che MUJI non userebbe più questo marchio.

Speriamo di non vedere che i designer con cui collaboriamo otterranno un giorno un grandissimo successo in Cina, ed in quel momento il loro marchio sarà riconosciuto da molti, molti consumatori, molti fan, per poi improvvisamente veder emergere un'altra società che fa causa al nostro brand partner per aver violato il loro marchio, causando danni e perdite irreparabili alla reputazione e ai profitti del brand.


Il calvario di MUJI dovrebbe farci vedere tutti chiaramente che l'insistenza della nostra azienda in questo senso è stata del tutto corretta.


Preferiremmo aspettare fino a quando le registrazioni sono state completate per i nostri brand partner e iniziare ufficialmente una volta che si è pronti e protetti, piuttosto che andare impreparati.

Ancora una volta, non siamo solo un'azienda che cerca di vendere alcuni abiti e collezioni. Molti showroom sono venuti in Cina dall'Europa e hanno avviato operazioni sul nostro territorio e presentano collezioni di molti marchi europei di ottima qualità, ma non ancora famosi. Invito chiunque abbia interesse a fare un po’ di controlli e vedere quale di questi marchi mostrati in quegli showroom, sia effettivamente divenuto un marchio di successo nella nostra regione? Alcuni sono stati segnalati dalla stampa, ma ciò non ha aumentato le vendite e non ha lasciato un'impressione indelebile e duratura nelle menti dei consumatori. Di conseguenza, il valore del marchio non è aumentato in modo significativo.


Ciò che intendiamo fare è uno sforzo a lungo termine; dalla creazione del marchio, dalla sua presentazione coi principi di moda del designer, e dalla creazione di un senso di riconoscimento e vicinanza tra il consumatore e il marchio, da cui spingere le vendite del marchio. Di conseguenza, è davvero importante registrare il marchio. Senza di essa, desidero chiedervi, cosa riconoscono esattamente i consumatori quando acquistano i vostri prodotti in quanto brand partner?


Riconoscono il brand, ma il proprietario di quel marchio, in realtà, non è il creatore dietro il marchio - è qualcun altro, una terza parte non correlata. Quando avviene questa incongruenza, causa un grande danno all'immagine del marchio. Ovviamente, non possiamo garantire di avere la capacità di rendere ciascuno dei nostri marchi partner famoso in Estremo Oriente e raggiungere un grande successo, ma questo è l'obiettivo a cui aspiriamo. Almeno, speriamo e crediamo, di poter far fare un vero guadagno ai nostri designer partner nel nostro territorio. Basti pensare, se l'attività di un brand sta iniziando a crescere, a poco a poco, verso l’alto, ma poi, qualcuno esce dal nulla e accusa il marchio di violare i propri diritti di proprietà intellettuale, questo causerà allora un danno irreparabile al proprietario del marchio, ed a noi come azienda, e quel risultato sarebbe inaccettabile per entrambi. Di conseguenza richiediamo che tutti quei marchi che si stanno unendo a noi agiscano immediatamente e registrino i loro marchi sul nostro mercato. Sono abbastanza soddisfatta del fatto che tra tutti i nostri designer partner, il 99,99% di loro abbia già fatto richiesta per la propria registrazione, e molti hanno persino ottenuto l'approvazione per alcuni dei territori come Hong Kong, Macao e Taiwan, e sono in attesa di approvazione definitiva dalla Cina. Vi sono solo alcuni designer, che per vari motivi, devono ancora iniziare questo processo. Abbiamo già inviato una notifica per la cancellazione del nostro accordo, ad alcuni di essi.

La settimana successiva invieremo le notifiche rimanenti per la cancellazione.

Le scelte che possiamo offrire a questi designer sono semplicemente di registrarsi immediatamente, o cessare immediatamente la collaborazione.

Questo è un requisito rigoroso e obbligatorio per collaborare con noi; questo vale ora e anche in futuro. Dopo che ciascun designer partner ha firmato il contratto, chiediamo a ciascun designer di iniziare il processo di registrazione, altrimenti, se viene trascinato troppo a lungo, non saremo in grado di collaborare con quel marchio, e sarebbe evidente che non siamo adatti l’uno per l’altro. Anche se i motivi presentati per ritardarlo sono spesso finanziari, e anche se riteniamo che sia davvero un peccato di conseguenza, riteniamo semplicemente che in questi casi non siamo adatti a proseguire. Speriamo anche che ciascuno di questi designer possa accettare queste cancellazioni, poiché il contratto è firmato da entrambe le parti, e da parte nostra non possiamo annullare il contratto per conto nostro, richiederà la firma di un modulo di consenso separato per annullare l'accordo. È solo in queste circostanze che possiamo effettivamente annullare il contratto. Naturalmente, nel modulo di consenso per la cancellazione del contratto, ci saranno alcune restrizioni per entrambe le parti, incluso il fatto che non possiamo continuare a utilizzare la proprietà intellettuale del designer, né il designer può entrare nei nostri mercati per il marketing e la promozione, per un determinato periodo di tempo.

Questa non è la nostra scelta ideale, ma se non annulliamo la collaborazione con designer che non registrano i loro marchi, questo tipo di contratto non ha alcun significato; perché senza una registrazione in atto, di nuovo, non intraprenderemo alcuna azione nel nostro mercato per promuovere il marchio.


Migliori saluti,


Kate Chang

CEO

Recent Posts

See All

AGGIORNAMENTO #9 - 4 Agosto 2020

In questo mese di agosto, YMYX e il nostro team saranno a Milano per incontrare quasi 500 marchi e diverse centinaia di produttori e forn...

goinghome.gif

© 2020 YMYX